Tutti alla ricerca di tutto

Il fatto che Facebook abbia messo a punto il MarketPlace è significativo dell’interesse che questi portali abbiano nei confronti dello scambio di cose tra le persone.
Qualche anno fa bastava girare in macchina nella mia zona per trovare cose interessanti che poi avrei riparato con calma. Tutte cose che pagavo poco e che salvavo dalla discarica.

Nel giro di poco tempo ecco che chi aveva in mente di liberarsene le tiene e le pubblica sperando in un recupero economico. Complice l’aumento di utenti connessi attualmente stiamo assistendo ad un aumento della richiesta e dell”offerta. Ma cosa sta succedendo veramente?

L’illusione di un facile guadagno oppure di un affare a portata di mano su cui lucrare, ha portato molte persone a cimentarsi con situazioni ben poco simpatiche.
Ricevo chiamate da signori che hanno acquistato o ritirato apparecchi con problemi di funzionamento. Per questo è meglio diffidare sempre di apparecchi ritirati “al buio”.

come comportarsi?

contrattazione

Un apparecchio con molti anni alle spalle può funzionare ma nascondere problemi visibili anche senza inserire la spina. Utilizzare questi tre sensi per indagare: OSSERVARE, ANNUSARE, ASCOLTARE

OSSERVARE
– Controllare sempre il tipo di spina, se essa non è originale significa che ha già subito interventi.
– Verificare sotto l’apparecchio se le viti di fissaggio sono originali e presenti in tutti i fori
Nel caso di una radio, verificare la presenza dello schienale e delle viti, controllare che siano tutte dello stesso tipo e ben inserite.
– Le mascherine presenti non abbiano dei segni di effrazione, ovvero tentativi di manomissione.
– Le manopole sono originali, il resto corrisponde con un il modello prodotto? Confrontate il modello su www.radiomuseum.org , in modo da avere la consapevolezza dell’originalità dell’apparecchio che vi viene proposto.

ANNUSARE
Molto spesso l’apparecchio viene provato dal proprietario e dunque se esiste un problema elettronico spesso viene scoperto annusando (nel vero senso del termine) partendo dalla parte posteriore in ogni caso dalle aperture che spesso sono presenti.
L’odore di muffa va bene, l’odore di bruciato no.

ASCOLTARE
Prendete l’apparecchio in mano. Se si tratta di un apparecchio portatile agitatelo e rivoltatelo. Se sentite dei rumori interni qualcosa non va.
Stessa cosa con apparecchi radio e vecchi stereo, con attenzione cercate di “agitarli” e ascoltate attentamente.
Per apparecchiature importanti chiedete sempre di poterlo provare.
Anche in questo caso vi rimando all’articolo che realizzerò in seguito

Precedente Il radiotecnico del 2020 Successivo Non è così complicato come si pensa